The Legend of Zelda: TotK, Il Saggio del vento

Eccoci tornati ad una nuova parte della guida dedicata a The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom. Dopo aver preso dimestichezza con i comandi e aver affrontato le prime missioni, ora siamo pronti a fare sul serio addentrandoci sempre di più nel regno di Hyrule. Oggi ci recheremo nella regione di Colbacco nella missione il Saggio del vento, dove alla fine di essa affronteremo anche il nostro primo vero boss.

Il Saggio del vento, regione di Colbacco

Raggiuntla location a est del lago Ririroto, noteremo che il ponte che conduce al borgo dei Rito è crollato e la bufera incessante ha congelato tutte le superfici rendendo le pareti rocciose scivolose e quindi impossibili da scalare. L’unica soluzione rimasta per procedere è quindi quella di affidarsi al volo. Per poter superare gli ostacoli dovremo raccogliere delle pigne che andranno poi lanciate nel fuoco le quali provocheranno una vampata tale che riuscirà a farci decollare con la paravela e condurci oltre il burrone.

il saggio del vento

Ora possiamo dirigerci verso il balcone sopra la capanna con il pentolone del borgo dove incontreremo Tulin e i suoi genitori. Attiveremo quindi la sfida Tulin del borgo dei Rito. Vi diciamo anche che ci occorrerà un equipaggiamento in grado di donarci la resistenza Difesa dal freddo di livello 2 e quindi gli schinieri raccolti non saranno più sufficienti. Possiamo quindi acquistare le piume antineve per 650 rupie o in alternativa la tunica Rito per 500 così da abbinarla agli schinieri, incrementando così la nostra resistenza alle temperature rigide potremo dedicarci con calma all’esplorazione.

il saggio del vento

Il nostro compito però ora è quello di parlare con Harth alla baita di Hebra, a nord del villaggio. Possiamo raggiungerla anche planando direttamente in linea retta. Arrivati a destinazione verremo inviati alla grotta della cima sud di Hebra, raggiungibile attraverso il sentiero che si inerpica a partire dagli scalini vicino alla baita. Arrivati ad un falò capiremo di essere all’ingresso della grotta della cima sud. Seguiamo il percorso finché non arriviamo in una sala verticale ed equipaggiando la paravela potremo sfruttare una corrente ascensionale che ci permetterà di raggiungere l’apertura in alto.

il saggio del vento

Tornati all’esterno guardiamo su verso nord per scorgere il picco di Daga, la nostra prossima destinazione. Raggiungiamo Tulin per iniziare una conversazione. Accettiamo di aiutarlo e così facendo ci mostrerà come controllare il vento. Terminata la sequenza narrativa dirigiamoci verso il picco di Hebra sfruttando l’abilità appresa da Tulin e Ascensus se necessario. Una volta raggiunta la cima continuiamo a seguire il percorso finché non arriviamo ad una barca con una vela orizzontale. Parliamo con Tulin per scoprire che non si tratta altro che di un trampolino.

il saggio del vento

Utilizziamolo e attiviamo il sacrario per creare un utilissimo punto di teletrasporto. Procediamo sempre utilizzando il potere di Tulin fino a raggiungere un altro pilastro verticale con una sezione chiusa dal ghiaccio e dovremo colpire con delle frecce le stalattiti che sporgono dalla base del pilastro successivo. In questo modo possiamo planare nella nicchia e procedere utilizzando Ascensus. Continuando a planare potremo oltrepassare un golemax che vedremo vagare nell’arena quadrata in basso, ma allo stato attuale possiamo anche affrontarlo.

il saggio del vento

Sconfitto o aggirato il miniboss arriveremo a doverci tuffare in un altro buco ricoperto di ghiaccio per scoprire un trampolino al di sotto che utilizzato ci spingerà in alto permettendoci di sconfiggere alcuni kakuda e di rompere le stalattiti che bloccano la porta. Rompiamo quindi le rocce friabili che ostacolano il buco nella piattaforme di fronte, la cui barca sopra di esso ci permetterà di utilizzare altre barche andando verso est fino a raggiungere una stanza con un pentolone.

il saggio del vento

Possiamo quindi procedere sempre in direzione est facendo attenzione ad un blocco nella sezione con le due arcate che crollerà se ci passiamo sopra e possiamo evitare ciò scattando in avanti o utilizzando l’abilità Reverto se per sbaglio iniziamo a cadere. Sconfitti i nemici sulla strada arriveremo ad una piattaforma con vari congegni Zonau. Incolliamo quindi un aeroglobo ad una tavola di legno e successivamente un ignicefalo all’aeroglobo che se colpito inizierà a volare in verticale permettendoci di planare sulla piattaforma una volta che si arriva all’altitudine giusta.

Raggiunta la cima troveremo due barche che si muovono in circolo attorno a dei pilastri. Il nostro obiettivo è quello di frantumare il ghiaccio che ostruisce il buco nella piattaforma ad ovest. Nel caso volessimo, a nord troveremo lungo la strada uno scrigno contenente le bombe ad orologeria. Attiviamo il sacrario di Qahtan Ume per creare un punto di teletrasporto. Voliamo quindi oltre le nubi sfruttando le barche che incontriamo lungo il percorso per salire di quota. Una volta raggiunta l’aeronave dei cieli esaminiamo l’altare Zonau accanto alla grossa botola che farà apparire cinque icone sulla mappa associate a un meccanismo che la blocca.

Il tempio del vento

Raggiungiamo il lato settentrionale della botola, la cui porta può essere aperta utilizzando l’abilità Ultramano per incollare un pezzo di ghiaccio alla manovella rotta che una volta tirata aprirà il cancello. Il primo meccanismo si troverà proprio dopo il cancello e servirà utilizzare il potere di Tulin per azionare liberarlo scoprendo che altro non è che un mulino a vento. La stessa procedura sarà utilizzata per tutti i meccanismi rimanenti.

il saggio del vento

Il secondo meccanismo si troverà nella stiva della nave. Dalla piattaforma più a est si vedrà una luce ovale in una piccola stanza in fondo alla nave. Scattiamo e planiamo verso quella stanza sfruttando il potere di Tulin, eliminiamo il golem solitario e attiviamo quindi il meccanismo. Proseguiamo lungo il corridoio e utilizziamo Ascensus per superare la zona e dirigiamoci verso la stanza a sud per attivare il terzo meccanismo. Arrivati in questa stanza noteremo un meccanismo rotante sul soffitto il quale però è sprovvisto di appigli.

il saggio del vento

A questo proposito dovremo crearne uno noi afferrando un frammento di pietra e attaccandolo alla parte bassa dell’asse. Riparato il dispositivo scopriremo però che il cancello resta aperto solo finché continua a girare e per farlo possiamo sia usare il potere di Tulin che utilizzare Ultramano e poi Reverto. Varcato il cancello saliamo la scaletta, uccidiamo il golem e attiviamo il terzo meccanismo.

il saggio del vento

Il quarto meccanismo va innanzitutto riparato, in quanto vedremo degli ingranaggi che non sono collegati a quelli in funzione. Per ripararlo scocchiamo una freccia ad una qualsiasi stalattite e afferrare il pezzo che si stacca con Ultramano. Usiamolo quindi per collegare l’ingranaggio fermo a quello in funzione e così facendo apriremo il cancello che ci condurrà al meccanismo da azionare con il potere di Tulin.

il saggio del vento

Per raggiungere il quinto e ultimo meccanismo bisogna effettuare una discesa controllata nel condotto evitando i laser. Se ci colpiscono la stanza si chiude e ci costringe a tornare in cima per ripetere tutto da capo. Una volta riusciti ad arrivare al fondo del baratro potremo attivare anche l’ultimo meccanismo. Allontaniamoci quindi dal fondo del condotto e andiamo sul ponte principale per attivare l’altare Zonau e prepararci così allo scontro con il boss.

Boss: Criogayla, un boss abbastanza temibile

La battaglia contro questo primo vero boss si svolge tutta a mezz’aria grazie ad una corrente ascensionale che ci manterrà in volo per tutta la durata della battaglia. Il mostro da affrontare ha tre punti deboli da colpire, inizialmente protetti da alcuni spuntoni.

il saggio del vento

I punti deboli vanno colpiti dall’alto o dal basso. Per colpire un punto debole dall’alto bisogna aspettare che il mostro lanci verso di noi gli spuntoni che lo coprono e schivarli. Quando la membrana luminosa risulta visibile, avviciniamoci e colpiamola con delle frecce finché il guscio protettivo non cede e successivamente concentriamoci sul punto debole vero e proprio.

Attaccando dal basso invece il punto debole è sempre visibile ma la cosa difficile anche se esso non è protetto dagli spuntoni, è mantenere un’altitudine inferiore a quella del boss che si muove spesso in verticale e a volte sfrecciandoci accanto esponendo il lato non protetto e concedendoci di colpirlo con alcune frecce.

Il nostro consiglio a prescindere da come vogliamo attaccarlo, consiste di rimanere sempre abbastanza vicino al boss, così da permetterci di colpirlo e allo stesso tempo evitare i suoi attacchi. Criogayla essenzialmente usa due attacchi di cui il primo è quello di lanciarci addosso gli spuntoni che proteggono i punti deboli, mentre il secondo ogni volta che si distrugge uno dei punti sensibili del boss è quello di scomparire in un portale luminoso e attaccarci da sotto, facilmente schivabile con il potere di Tulin.

il saggio del vento

Distrutti i tre punti deboli si attiverà la fase due dello scontro. Il boss inizierà a generare dei tornado che scaglierà contro di noi e possiamo evitarlo se c’è abbastanza spazio oppure lasciarci trascinare in alto dalla corrente se questi formano un muro in modo da evitarli. Nonostante queste due varianti gli attacchi del boss rimangono gli stessi e quindi distrutti ancora una volta i suoi tre punti deboli lo abbateremo. Sconfitto il boss verremo ricompensati con un portacuori, parliamo con Tulin e riceveremo il suo Patto.

Eccoci giunti alla fine della guida relativa alla regione di Colbacco con il Saggio del vento

Le cose in The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom iniziano a farsi serie e la nostra guida come sempre cercherà di tirarvi fuori da qualsiasi situazione sconveniente. Questa parte inizia una serie di sfide che renderà la nostra vita nel mondo di Hyrule più difficile, ma non temete, seguite i nostri consigli e salverete molto presto la principessa Zelda. Come sempre vi invitiamo a scriverci qui sotto nei commenti riguardo ad alcune sezioni che non riuscite a superare o anche solo per discutere riguardo questo bellissimo gioco.

Le colline di Hyrule

Ricordati di seguirci anche sul nostro canale YOUTUBE UFFICIALE e non ti perdere i nostri migliori articoli su Top Games, passa a leggerli tutti!

come sconfiggere ragzlin baldurs gate 3
Luca Maggi

Nerd dal 1989 quando mi venne regalato il Commodore 64. Amante dei gdr e dei survival horror nonché fanboy dei fumetti Marvel e accanito amante dell'heavy metal anni 80. Nel tempo libero chitarrista di una band milanese chiamata Axeblade.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Iscriviti alla Newsletter

Articoli consigliati

IL MIGLIOR COSPLAY di WIDOWMAKER Overwatch 2

Sta per arrivare OVERWATCH 2 quindi, quale miglior occasione...

I 5 migliori boss di Hollow Knight

Hollow Knight è un gioco di avventura e piattaforme...

IL MIGLIOR COSPLAY di BAYONETTA 3

Quale è a tutti gli effetti il miglior cosplay...

5 giochi simili a Little Nightmares da provare

Little Nightmares è un gioco horror che ha conquistato...

TOP 5 VIDEOGIOCHI PIU’ STRAVAGANTI

TOP 5 VIDEOGIOCHI PIU’ STRAVAGANTI. Nel vasto universo dei...